Sustainability-Lab News > E' in vigore la legge sulla coltivazione della canapa

 

E' in vigore la legge sulla coltivazione della canapa
Posted by Aurora Magni on 29/01/2017 - 0 commenti - view count: 387
  Rate    

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Uffcilale dal 14 gennaio 2017 è entrata in vigore in Italia la legge numero 242 del 2 dicembre 2016 per la coltivazione della canapa ad uso industriale. Le novità introdotte dalla legge sono principalmente: le seguenti:

- non è più necessaria alcuna autorizzazione per la semina di varietà di canapa certificate con contenuto di THC al massimo dello 0,2%, resta l’obbligo al coltivatore di documentare gli acquisti di sementi.

- La percentuale di THC nelle piante analizzate cioè del tetraidrocannabinolo, il principio attivo della cannabis, potrà oscillare dallo 0,2% allo 0,6% senza penalità per l’agricoltore per quanto si prevedano controlli eseguiti da enti autorizzati. Solo in caso di superamento della percentuale di THC oltre lo 0,6% l’autorità giudiziaria può disporre il sequestro o la distruzione della coltivazione,

- Sono previsti finanziamenti nell’ordine massimo di 700mila euro l’anno per favorire il miglioramento delle condizioni di produzione e trasformazione nel settore della canapa. In proposito il Ministero della Salute dovrà nei prossimi mesi  legiferare sulle modalità di utilizzo della canapa nell’industria alimentare e cosmetica, e sulla percentuale massima di  THC concessa.

Quanto questa legge possa favorire la rinascita della filiera tessile della canapa in Italia è difficile dirlo, soprattutto non essendo più attiva

 una filiera industriale in grado di lavorare la fibra, fatta eccezione del Linificio e Canapificio Nazionale spa.

Può essere che intorno a questo materiale nascano start up interessate a realizzare capi d’abbigliamento, accessori, pavimentazioni tessili o complementi d’arredo? Staremo a vedere.

 

 

Foto tratta da 'Il tempo della canapa' di G. Santunione, 2002

 

 

 


  
Posted by Aurora Magni on 29/01/2017
Filed under fatti/attualità
Tags

Commenti
You have to login to leave a comment.
    
Blog archive