Sustainability-Lab News > Giovani preparati e desiderosi di lavorare nel tessile? Chiedi a Centrocot

 

Giovani preparati e desiderosi di lavorare nel tessile? Chiedi a Centrocot
Posted by Redazione Blumine on 03/02/2017 - 0 commenti - view count: 626
  Rate    

I dati recentemente resi noti dall’Istat confermano il trend preoccupante della disoccupazione giovanile che in Italia si attesta sul 41%. Per quanto questo dato mostri anche l’uscita di molti ragazzi dal limbo dell’inattività (quelli che non studiano e non cercano lavoro per intenderci),  che così tanti giovani siano senza lavoro è davvero drammatico.

Dal canto suo il comparto tessile e della moda non frena la tendenza a ridimensionare la sua capacità occupazionale che lo accompagna da decenni. Certamente il lavoro nel settore ha cambiato natura: sono cresciute le competenze gestionali e commerciali, diminuite quelle tecniche. Ma nel contempo non è infrequente sentire aziende lamentarsi perché non trovano giovani in grado di confrontarsi con le tecnologie e i processi tessili. Intanto emergono nuove competenze, più legate all’industria 4.0 o più banalmente alla gestione delle innovazione informatiche abbinate ai processi e alla sostenibilità. E cresce il numero delle start up, cioè dei ragazzi che  provano a inventarsi un lavoro. E per fortuna alcuni ci riescono.

La formazione professionale ha un grande ruolo da giocare e ben volentieri diamo spazio ad alcune esperienze formative finalizzate proprio a compensare la formazione di neo diplomati e neo laureati con la conoscenza dei materiali e dei processi dell’industria tessile. Il Centrocot di Busto Arsizio ha infatti attivato negli ultimi due anni alcuni interessanti corsi IFTS progettati in funzione delle esigenze espresse dalle aziende, corsi che hanno coinvolto decine di studenti alcuni dei quali collocati in tempi rapidi.

Sono 46 gli allievi che nel 2016 che hanno conseguito una specializzazione nel settore Tessile e che ora stanno vagliando proposte. In particolare:

·14 gli allievi che a luglio 2016 hanno conseguito, dopo il biennio formativo di 2.000 ore (di cui 700 in stage), il Diploma di Tecnico di processo e prodotto per la produzione e nobilitazione degli articoli tessili; una qualifica riconosciuta a livello europeo;

·32 gli allievi che hanno preso parte al Progetto LombardiaPlus della Regione Lombardia “I&S Textile: Innovazione e Sviluppo nel settore tessile” attraverso tre percorsi formativi:

·          Valutatori di sistema di gestione per la qualità per enti di certificazione (in collaborazione con AICQ CN per il rilascio della qualifica di Auditor di terza parte sistema di gestione Qualità UNI EN ISO 9001:2015), 48 ore

·          Esperto per la ricerca e la progettazione nel settore tessile, 500 ore (200 di stage)

·          Esperto di sostenibilità ambientale nel settore tessile, 500 ore (aula, workgroup e formazione individuale)

 Senza dimenticare il corso attualmente in fase di svolgimento dedicato alla formazione di tecnici esperti in lavorazioni sostenibili del cuoio e della pelle.

Come raccontato dalla responsabile dell’area formazione del Centro Paola Tambani ‘si è trattato in tutti i casi di una formazione tecnica che ha analizzato e approfondito la filiera in termini di materie prime, processi, tecnologie e prodotti; controllo qualità; certificazioni e marchi; normativa e capitolati; sviluppi tecnologici con particolare riferimento all’innovazione sostenibile e alla sicurezza dei prodotti. Gli allievi hanno potuto approfondire le conoscenze apprese attraverso lo stage in azienda, oppure sviluppando in affiancamento ai formatori e ai tecnici dei progetti di lavoro’.

Le aziende interessate a  ricevere i CV e incontrare i neo formati possono contattare l’Area Formazione:

Paola Tambani: paola.tambani@centrocot.it; tel. 0331 696780

Sara Merlo: sara.merlo@centrocot.it; tel. 0331 696791

 

 


  
Posted by Redazione Blumine on 03/02/2017
Filed under fatti/attualità
Tags

Commenti
You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive