Sustainability-Lab News > Il microcredito solidale di Renzo Rosso

 

Il microcredito solidale di Renzo Rosso
Pubblicato da Aurora Magni il 29/07/2012 - 0 commenti - visualizzazioni: 855
  Voto    

Ormai 2 anni fa avevamo contestato la famosa campagna pubblicitaria di Diesel “Be stupid” con una nostra iniziativa (http://dontbestupid.sustainability-lab.net/it/Default.aspx). Ci fa quindi  piacere riprendere dalla stampa  una notizia  in cui si cita il fondatore dell’azienda, Renzo Rosso, come promotore di un’iniziativa di imprenditoria sociale a favore delle popolazioni terremotate dell’Emilia Romagna.

Non una donazione assistenziale  ma “un aiuto concreto di un imprenditore ad altri imprenditori attraverso uno strumento finanziario che valorizza la progettualità e la capacità delle persone”. Nello specifico è stato istituito un fondo denominato Brave Circle che sarà affidato a Etimos Foundation onlus  guidata da Marco Santori e che vanta una consolidata esperienza di micro finanza anche in contesti post emergenza. In Abruzzo in particolare la fondazione sta coordinando un progetto di microcredito che ha già erogati finanziamenti per oltre 6 milioni di euro. Anche in Emilia sarà un gruppo di volontari a supportare le persone nella compilazione delle domande fornendo informazioni e tutoraggio. All’iniziativa hanno aderito l’85% degli sportelli bancari del territorio.

La supervisione del progetto che durerà sette anni sarà seguita dallo stesso Rosso che è, come noto, anche a capo della holding OtB (Only the Brave) nata per operare nelle aree povere del mondo e che ha avviato dal 2008 100 progetti di sviluppo sociale. L’investimento personale di Rosso nell’operazione Emilia è di 5 milioni di euro.

Fonte: Corriere della Sera 26 luglio 2012


  
Pubblicato da Aurora Magni il 29/07/2012
Archiviato sotto fatti/attualità
Tags

Commenti
Bisogna effettuare il login per poter lasciare un commento.
    
Archivio blog