Sustainability-Lab News > Aquafil presenta Econyl

 

Aquafil presenta Econyl
Posted by Aurora Magni on 18/02/2012 - 1 comment - view count: 4633
  Rate    

 Di questo progetto si sentiva parlare da tempo: l’idea di ottenere fili di qualità dal riciclo delle reti da pesca abbandonate sui fondali marini ha incuriosito e affascinato un po’ tutti. Ora possiamo dare qualche informazione in più, e  con vero piacere.

Aquafil, gruppo leader europeo e secondo player a livello mondiale nella produzione di nylon 6 destinati alla produzione di pavimentazioni tessili , ha lanciato Econyl,, il nuovo brand  che caratterizza prodotti in poliammide ottenuti solo da materia prima riciclata.

Il promozione sul mercato tessile di Econyl è accompagnato da una precisa strategia dell’azienda che mira a creare, di concerto con i tessitori e i brand finali che credono nei valori dell’ecosostenibilità, capi realizzati attraverso una filiera virtuosa e controllata. La prima iniziativa si è concretizzata con le aziende Carvico e Jersey Lomellina che, all’interno del progetto Life Cycle Control, hanno sviluppato quattro tessuti all'insegna della sostenibilità ambientale e dell'innovazione: «Fuoco», «Acqua», «Aria» e «Terra», destinati al beachwear ,all’intimo e allo sport.

Econyl è il risultato di un articolato progetto che ha visto tra le tappe importanti l’istallazione del nuovo impianto inaugurato nel maggio scorso a Lubiana e che produce già oggi poliammide 6 attraverso il riciclo di materiali altrimenti destinati all’incenerimento o alla discarica, sia dal post industriale sia soprattutto dal post consumo, dalle reti da pesca abbandonate sui fondali marini alle moquette usate, dai tessuti ai componenti plastici a base di nylon.

Aquafil ha infatti promosso un network internazionale per il recupero dei materiali di scarto e dei rifiuti che, una volta selezionati e adeguatamente trattati possono essere riutilizzati come materia prima nel ciclo produttivo e trasformati in nuovo caprolattame, l’elemento di base per la produzione di nylon 6.

 “Econyl apre la strada ad una nuova idea di sostenibilità – ha dichairato Giulio Bonazzi, Presidente di Aquafil - capace di generare valore non solo per il Gruppo e per le aziende della filiera industriale delle fibre e del tessile con cui lavoriamo, ma anche e soprattutto per l’ambiente. È il risultato di una profonda convinzione maturata negli anni, secondo cui la sostenibilità non deve essere vissuta solo come un risultato quanto piuttosto come un modo di pensare e di essere. Con il lancio di Econyl proponiamo un nuovo modello di business nel quale i tessitori hanno la possibilità di proporre soluzioni innovative, anche sul piano del rispetto dell’ambiente, ad un consumatore sempre più attento e selettivo. Ogni anno vengono prodotte nel mondo più di 70 milioni di tonnellate di fibre, che l’industria tessile non potrà permettersi a lungo di lasciare finire in discarica al termine del loro ciclo di vita. Econyl è una risposta che le Aziende più lungimiranti ed esigenti stanno già apprezzando”.

.http://www.aquafil.com/it/sostenibilita/il-progetto-econyl

approfondimenti in: https://www.sustainability-lab.net/it/groups/dalle-aziende/articles/econyl-il-fio-di-nylon-che-nasce-dalle-reti-da-pesca-usate.aspx


  
Posted by Aurora Magni on 18/02/2012
Filed under fatti/attualità

Commenti
By Aurora Magni on 31/07/2012 20:57
A fine luglio inoltre la società del gruppo Bonazzi si è classificata tra i venti vincitori del Premio Imprese x Innovazione 2012 promosso da Confindustria per l'impegno ambientale sostenuto.



You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive