Sustainability-Lab News > Carta da scarti di cuoio

 

Carta da scarti di cuoio
Posted by Redazione Blumine on 17/08/2016 - 0 commenti - view count: 2956
  Rate    

Abbiamo più volte evidenziato come gli scarti delle lavorazione di pelle e cuoio rappresentino un problema e soprattutto uno spreco se non inseriti in un processo di riciclo. Solitamente trasformati in fertilizzanti per l'agricoltura ci si chiede spesso se non sia possibile immaginare altri futuri per questi scarti di produzione.

Ci fa quindi piacere segnalare il loro utilizzo nell'industria cartaria da parte di Favini, un’azienda che produce carta a Crusinallo fin  dal 1860.  Negli ultimi anni l'azienda ha  sposato il tema della sostenibilità, declinato in un' ampia varietà di carte prodotte utilizzando scarti agroalimentari (famosa la carta prodotta da bucce di arance) e materiali vegetali come nel caso della carta ottenuta dalle alghe infestanti la laguna di Venezia. Una particolare linea di materiali è realizzata usando sottoprodotti di lavorazione del cuoio (25%) e un 30% di cellulosa di riciclo post consumer certificata .La carta ottenuta è riciclabile e compostabile al 100%. Per la produzione della carta  Remake i sottoprodotti del cuoio utilizzati sono di origine Italiana e provengono dalla concia vegetale dei pellami, senza l’impiego di cromo e altri metalli.


  
Posted by Redazione Blumine on 17/08/2016
Filed under fatti/attualità
Tags

Commenti
You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive