Sustainability-Lab News > ENEA: Energy audit per le imprese del Tessile Abbigliamento

 

ENEA: Energy audit per le imprese del Tessile Abbigliamento
Posted by Aurora Magni on 07/07/2012 - 0 commenti - view count: 4193
  Rate    

Che le imprese tessili siano energivore (specie negli step produttivi a monte) è noto, che il costo dell’energia sia uno dei fattori che le penalizzano  riducendone la competitività, anche.

Ma per attivare le azioni necessarie a garantire efficienza energetica alle imprese del sistema è necessario analizzare il problema nelle sue dinamiche reali legate ai cicli produttivi tipici del comparto, fotografare i picchi dei consumi e le criticità.

E’ quanto ritiene ENEA che, nell’ambito di due progetti europei (ARTISAN e SESEC) ha avviato Audit Energetici gratuiti per le aziende tessili avvalendosi della competenza di Sustainability-lab/Blumine per l’individuazione delle imprese più idonee. Lo scopo  dell’iniziativa è raccogliere dati per individuare dei benchmark di riferimento per azioni di efficienza energetica e mettere a punto un discorso di metodo per diagnosi energetiche specifico per l'industria del tessile e dell'abbigliamento.

Nello specifico Enea realizzerà un numero ristretto di 7-9 audit energetici gratuiti (da effettuarsi entro dicembre 2012 con inizio a fine agosto 2012) e allo scopo verranno selezionate  2 aziende del tessile (progetto ARTISAN) e 7 aziende dell'Abbigliamento (progetto SESEC).

Le aziende debbono avere il ciclo manifatturiero presso propri stabilimenti in Italia.

L'audit energetico si compone di tre momenti: compilazione di un questionario dettagliato, visita in azienda, discussione con approfondimenti. I dati raccolti riguarderanno potenza e consumi delle macchine nelle diverse fasi del processo, eventualmente anche edifici e sistemi di condizionamento. Al centro dell'attività vi sono aspetti di recupero di calore ed efficienza produttiva di calore ed elettricità.

In cambio dell’impegno di tempo e della disponibilità a fornire dati (che resteranno confidenziali) le imprese selezionate avranno una diagnosi energetica gratuita da parte di esperti  
di ENEA. Nello specifico il report a fine audit conterrà:

  1. una fotografia dei consumi nelle diverse fasi lavorazione (utile per capire DOVE ci siano margini di intervento) per unità di prodotto, 
  2.  suggerimenti di migliorie in termini di efficienza energetica/costi energetici in relazione alla situazione dell'azienda, con indicazione di costi e ROI.

 Le candidature possono essere inviate, entro il 25 luglio)  a ENEA via email (piero de sabbata) ma potete rivolgervi anche a noi (aurora.magni@blumine.it)

Collaborano a questa iniziativa

  • i partner del progetto SESEC e del progetto ARTISAN
  •  Sustainability-lab,  per la raccolta di interesse delle imprese

 


  
Posted by Aurora Magni on 07/07/2012
Filed under studi/ricerche
Tags

Commenti
You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive