Sustainability-Lab News > Gestione rifiuti: quando la politica non aiuta

 

Gestione rifiuti: quando la politica non aiuta
Posted by Aurora Magni on 16/12/2018 - 0 commenti - view count: 248
  Rate    

End of waste è quel criterio in base al quale un rifiuto, a determinate condizioni, può essere riutilizzato in un nuovo ciclo produttivo e trasformato in un nuvo prodotto. L’Italia oggi ha normative specifiche solo per alcune categorie di prodotti come gli pneumatici il chè non aiuta certo la filiera del riciclo.

La decisione dell’attuale governo di non contemplare nel Decreto semplificazioni del 13 dicembre scorso le disposizioni più volte annunciate dal ministro per l’ambiente Costa per la gestione dei processi End of waste, minaccia di bloccare tutta la filiera del riciclo o quanto meno di limitarne l’attività. Proprio in un momento in cui si torna a parlare di emergenza rifiuti, soprattutto al Sud, ammesso si sia smesso.

Un caso emblematico è fornito dalla Fater di Treviso, la prima industria al mondo ad aver sviluppato insieme alla società Contarina, tecnologie e impianti per riciclare pannolini e pannoloni, un’esperienza che è diventata un modello internazionale. Alcuni mesi fa è stato aperto un contenzioso con la Regione Veneto per il rilascio della autorizzazioni al riciclo. In assenza di un regolamento nazionale che definisca i criteri end of waste le Regioni non possono però procedere, ha stabilito il Tar della Regione Veneto.

Il problema del vuoto legislativo e degli effetti sulla filiera tessile è stato posto più volte dagli imprenditori pratesi e recentemente ribadito con forza dal sindaco di Prato Matteo Biffoni.

In questo quadro confuso si inserisce la decisione, prevista sempre nel decreto semplificazioni, di eliminare a partire dal 1 gennaio prossimo  il Sistri cioè  il sistema di tracciamento dei rifiuti speciali  per sostituirlo con un nuovo sistema di tracciabilità 2.0 gestito direttamente dal Ministero dell’Ambiente. Staremo a vedere. Intanto resta la preoccupazione sia da parte degli  imprenditori che devono gestire i rifiuti dei propri processi produttivi sia da parte di chi gestisce gli impianti di riciclaggio. 


  
Posted by Aurora Magni on 16/12/2018
Filed under fatti/attualità
Tags

Commenti
You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive