Sustainability-Lab News > I materiali del futuro al Technology Hub

 

I materiali del futuro al Technology Hub
Posted by Redazione Blumine on 07/06/2016 - 0 commenti - view count: 1587
  Rate    

In scena dal 7 al 9 giugno a Fiera Milano City,  Technology Hub - L’evento professionale delle tecnologie innovative per il tuo futuro è la fiera promossa da Senaf. La manifestazione sarà composta da 6 settori dedicati all’innovazione, che spazieranno dalla stampa 3D all’additive manufacturing, passando per l’elettronica e l’internet delle cose, i materiali innovativi, i droni e la robotica collaborativa e di servizio. Technology Hub ospiterà B-App, il primo evento italiano dedicato all’App economy. Presenti in fiera 150 aziende, 9 Aree dimostrative, 11 iniziative speciali e 89 tra workshop e convegni. Molteplici i settori di applicazione esplorati: architettura, arredo e design; arte e beni culturali; gioiello e bijoux; medicale; dentale; moda e calzatura; edilizia; giocattoli; tecnologie industriali.

Ecco cosa vedere.

Cerotti “intelligenti” che curano ferite e bruciature, sistemi invisibili a base di inchiostri nano strutturati da integrare nel packaging per tracciare il prodotto alimentare e sapere se è contraffatto o meno;, Plastiche a km 0, ricavate dagli scarti di caffè, prezzemolo e cannella, in grado di cambiare colore e fragranza ad ogni stagione o di assorbire i metalli pesanti dispersi nell'acqua fino a un’elettronica 2.0 stampabile e wireless, che sfrutta l’uso di celle fotovoltaiche flessibili e trasparenti, consentendo un domani a smartphone, tablet o smartwatch di ricaricarsi in modo continuo. Ma anche edifici in grado di ridurre l’inquinamento dell’aria, mutare forma e catturare la luce del sole trasformandola in energia; circuiti elettrici stampabili su carta e plastica, cellulari che si piegano e tessuti/ capi di abbigliamento che si adattano a qualunque condizione climatica. Polimeri trasparenti, in grado di catturare la luce e convertirla in energia elettrica, consentiranno in un futuro non troppo lontano, alle facciate dei grattacieli e a tutte le superfici trasparenti, di diventare "riserve" di energia e giocare un ruolo attivo nella riduzione di emissioni di Co2.

“I cosidetti "connected material" stanno regalando "intelligenza e informazioni" a oggetti e prodotti di uso quotidiano – ha dichiarato Christian Tubito, Project Manager, Innovation & Research di Material Connexion Italia - Un esempio interessante è legato al mondo del packaging primario (ad esempio le confezioni che contengono le nostre insalate pronte all'uso). E ancora  nuovi tessuti avanzati rendono i capi, soprattutto per la sicurezza sul lavoro, lo sport e le condizioni estreme, iper-leggeri, ultra-resistenti, traspiranti e super protettivi sia al caldo che al freddo, in grado quindi di rispondere a diverse condizioni contemporaneamente.”

http://www.technologyhub.it/


  
Posted by Redazione Blumine on 07/06/2016
Filed under fiere/eventi
Tags

Commenti
You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive