Sustainability-Lab News > Il punto su armonizzazioni e semplificazioni nella gestione della chimica

 

Il punto su armonizzazioni e semplificazioni nella gestione della chimica
Posted by Redazione Blumine on 12/01/2020 - 0 commenti - view count: 208
  Rate    

 

 

 

Il primo gennaio 2020 si è conclusa - un po’ in sordina - la campagna DETOX di Greenpeace, che ha segnato in modo indelebile il discorso pubblico della moda sostenibile del decennio. Il testimone della gestione responsabile della chimica è passato a ZDHC con il beneplacito della stessa Greenpeace, dopo alterne vicende di avvicinamenti e allontanamenti tra le due organizzazioni.

Oggi ZDHC rappresenta il punto di riferimento del settore ed ha il merito di aver proposto una armonizzazione degli standard di utilizzo delle formulazioni chimiche e di verifica dei reflui, grazie rispettivamente alla MRSL 2.0 di novembre 2019 e alle linee guida ZDHC Wastewater Guidelines Version 1.1 di luglio 2019.

A livello di prodotto finito invece ciò non è accaduto: la P-RSL di AFIRM Group - che pure fin dalla MRSL 1.0 di ZDHC del 2014 era richiamata come riferimento di prodotto - non ha avuto lo stesso successo in termini di armonizzazione e rappresenta un gruppo meno nutrito e più collocato (sportswear) di brand. Prosegue infatti la tendenza opposta verso la polverizzazione,  permane, anche da parte degli stessi marchi aderenti a ZDHC, una proliferazione di P-RSL diverse tra loro per ogni variabile che si possa considerare, tra sostanze singole e loro raggruppamenti, limiti di rilevabilità ed accettabilità, e metodi di analisi.

Questo stato di cose solleva un duplice ordine di problemi, i cui oneri ricadono immancabilmente sulla supply chain: da un lato il rischio che un qualsiasi attore della supply chain, pur conforme alla M-RSL di ZDHC, si trovi a non esserlo verso la P-RSL di un brand che pure fa capo alla stessa ZDHC. Dall’altro, la tendenza a una stratificazione delle richieste dei brand, con vari livelli che si vanno aggiungere gli uni agli altri, che complica la gestione della conformità.

Per ovviare alla situazione Blumine e Nekte srl hanno sviluppato il software C3.tools, un servizio per la supply-chain della moda che semplifica la verifica di conformità alle RSL dei clienti, consentendo in pochi click di valutare, a partire dai test di laboratorio o dalle proprie certificazioni, la conformità ai vari protocolli di sicurezza chimica e alle P-RSL e M-RSL dei marchi della moda.

Il servizio, unico nel suo genere si basa su un algoritmo proprietario ed è è realizzato in collaborazione con Dipartimento di Chimica, Materiali ed Ingegneria Chimica del Politecnico di Milano nell'ambito di un progetto finaziato dall'iniziativa Smart Fashion and Design della Regione Lombardia. Il software utilizza un database continuamente aggiornato di:

- 1.500 sostanze presenti nelle RSL dei marchi
- oltre 100 algoritmi di armonizzazione appositamente elaborati che risolvono i casi di non-confrontabilità tra le RSL dei Marchi  
- le RSL (P-RSL+ M-RSL) di 
oltre 50 tra i maggiori marchi mondiali, i marchi disponibili sono in continuo aumento. 

Nel complesso si tratta di un database di oltre 300 RSL di sostanze, con i relativi limiti suddivisi per quanto riguarda le M-RSL tra formulazioni chimiche, acque, fanghi e per le P-RSL suddivise per diverse specifiche categorie di prodotto: tessuti, pelle, plastica, metalli, altri materiali naturali, rivestimenti e stampe, materiali riciclati, imballaggi, carta...

Per facilitare l'uso all'utente C3.tools include, già parzialmente precompilati oltre 60 template di report laboratorio di 10 laboratori internazionali e nazionali

 

Per informazioni e demo https://c3.tools
Mail a c3tools@blumine.it


  
Posted by Redazione Blumine on 12/01/2020
Filed under fatti/attualità

Commenti
You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive