Sustainability-Lab News > Progetto ENTeR: l’economia circolare entra nel vivo

 

Progetto ENTeR: l’economia circolare entra nel vivo
Posted by Redazione Blumine on 10/01/2019 - 0 commenti - view count: 107
  Rate    

ENTeR sta per Expert Network on Textile Recycling ed è un progetto finanziato dall’UE nell’ambito  del programma Interreg Central Europe. Avviato nel 2017 si concluderà nel 2020. E’ coordinato da Centrocot, la società di ricerca e analisi che ha sede a Busto Arsizio e si avvale della partecipazione dell’Unione  degli industriali di Varese- Univa e di  un partenariato composto da centri di ricerca e associazioni di imprese/cluster del settore tessile di Germania (Sassonia), Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia.

ENTeR intende  sviluppare azioni per ridurre i rifiuti e gli scarti di materiali tessili, aumentare l’uso di materiali da fonte rinnovabile o second life e sperimentare pratiche di riciclo e riuso. 

‘Nella fase iniziale del progetto – ci spiega il responsabile dell’area “Ricerca e Innovazione Multisettoriale” di Centrocot Roberto Vannucci - abbiamo lavorato soprattutto alla costruzione di un network tra gli attori dell'innovazione tessile nell'Europa centrale, centri di ricerca specializzati, associazioni/cluster e imprese tessili, al fine di rafforzare la capacità innovativa del settore e diffondere la Circolar Economy. Ora siamo pronti a entrare nella fase concreta e sperimentale. Strumento importante di questa iniziativa è la piattaforma Life M3P - Material Match Making sviluppata grazie al co-finanziamento del Programma Europeo Life 2014-2020 e al supporto di Regione Lombardia. Mediante la piattaforma M3P si vuole favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta di materiali di scarto spesso destinati alla termovalorizzazione o alla discarica e che possono invece rappresentare una risorsa importante per altre aziende interessate a riusarli e riciclarli in nuovi prodotti.

Quali i prossimi passi?

‘Stiamo cercando aziende interessate a passare dalle parole ai fatti partecipando concretamente alla sperimentazione. Le aziende che hanno interesse a valutare con noi la possibilità di destinare parte dei propri scarti di lavorazioni a pratiche di riciclo possono contattare i nostri uffici scrivendo a Donatella Macchia, email donatella.macchia@centrocot.it (telefono  0331 696719)'.

 


  
Posted by Redazione Blumine on 10/01/2019
Filed under fatti/attualità
Tags

Commenti
You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive