Sustainability-Lab News > Riciclare abiti ma anche un pezzo della Golden Lady

 

Riciclare abiti ma anche un pezzo della Golden Lady
Posted by Redazione Blumine on 24/05/2012 - 0 commenti - view count: 3489
  Rate    

 

Il Tirreno di oggi (24 maggio) pubblica un articolo di Ilenia Reali “Accordo della Newtrade con il Ministero e la Regione Abruzzo” che merita una citazione. Non fosse altro perché, come si legge nello strillo vengono così salvate 115 operaie della Golden Lady.

Ma ecco la storia come la giornalista la sintetizza. Nico e Franco Cozzolino, due imprenditori di 35 e 40 anni titolari di un’azienda pratese, la Newtrade e di una  in Ucraina, si occupano di recupero e gestione di abiti usati, attività che in tempo di crisi và alla grande. Come spiegano alla giornalista “avevamo però un problema: gli stracci sono legati spesso alla Camorra e  non sempre è automatico riuscire ad avere il servizio. Noi volevamo fare le cose perbene ed era complicato: abbiamo quindi avuto un'idea: offrire disponibilità ad assumere mano d’opera di aziende in crisi in cambio del recupero degli abiti usati”. La Regione Toscana non risponde ma il Ministro dello sviluppo economico si. Nasce un contatto con la Regione Abruzzo che si concretizza nel recupero dello stabilimento della Golden Lady di Gissy in Abruzzo. Lì verranno  smistati e rivalorizzati gli abiti raccolti negli appositi cassonetti o porta a porta.

Che fine faranno gli abiti raccolti e selezionati? Ce lo spiega il Tirreno: «In una parte dello stabilimento saranno aperti anche tre negozi: uno della Golden lady che ha comunque ancora uno stabilimento in Abruzzo, uno del gruppo Del Gatto, la società di calzature che ha ripreso l'altra parte del personale e del magazzino, e un negozio di vintage dell'azienda”.

Un’idea efficace nella sua semplicità. Rivalorizzare l’usato, allungando la vita di capi d’abbigliamento ha un' innegabile valenza ambientale ed è “sostenibile anche economicamente” perché intercetta il bisogno di acquisire beni a prezzi accessibili. E grazie a questo progetto 115 donne espulse dalla produzione hanno ritrovato lavoro.

Davvero complimenti. Ci chiediamo se non sia riproducibile in altre aree del paese.

  


  
Posted by Redazione Blumine on 24/05/2012
Filed under fatti/attualità

Commenti
You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive