Sustainability-Lab News > Si ipotizza il riuso delle mascherine

 

Si ipotizza il riuso delle mascherine
Posted by Redazione Blumine on 04/04/2020 - 1 comment - view count: 373
  Rate    

In più post ci siamo soffermati sulla difficoltà di produrre mascherine validate da un laboratorio accreditato e autorizzate dal’Istituto Superiore di Sanità, un iter che avrebbe dovuto ormai essere a regime perche la richiesta di DPI è sempre più alta.

C’è chi si è proposto di affrontare il problema da un altro punto di vista allungando il ciclo di vita delle mascherine mediante processo di sanificazione (i giornali hanno parlato di riciclo ma il termine è errato). Un progetto di cui hanno dato notizia il Corriere e Open Innovation.

L’idea nasce nell’ambito del Nbcr del Politecnico di Milano, una struttura di ricerca nata dopo l’11 settembre  per affrontare e prevenire le minacce ‘non convenzionali’  definite, appunto NBCR (Nucleari, Biologiche, Chimiche, Radioattive). Proprio il Nucleo NBCR, i Vigili del Fuoco e i ricercatori dell’Ospedale Sacco di Milano stanno sperimentando soluzioni per riutilizzare mascherine usate.

Due  gli approcci tecnologici  in fase di testing.

  • Eliminazione del virus potenzialmente presente sulla mascherina attraverso raggi ultravioletti, ozono (usato per sanificate le ambulanze) o i raggi gamma, che però prevedono l’utilizzo di macchinari particolarmente complessi.
  • Eliminazione  dell’ambiente umido in cui il virus può essere ospitato, cioè della saliva sottoponendo le mascherine a processo di essiccamento,

Non sappiamo ancora se e quale tra queste soluzioni verrà ritenuto valida ma ci sembra valga la pena provare. Ovviamente le condizioni perchè questo progetto sia sostenibile sono:

  • assoluta sicurezza del prodotto sanificato 
  • velocità, sicurezza e basso impatto ambientale del processo (raccolta, logistica e stoccaggio compresi)

Non si è parlato (ancora) della possibilità di estendere il procedimento all'abbigliamento, ai calzari e ai copricapi. 


  
Posted by Redazione Blumine on 04/04/2020
Filed under fatti/attualità
Tags

Commenti
By Fabio Guenza on 10/04/2020 18:12
Riuso e riciclo in questo momento dovrebbero essere le parole d'ordine della ricerca. Da un lato per ovviare alla mancanza cronica di dispositivi, dall'altro per prevenire il reiterarsi del problema dei rifiuti speciali ma su una scala dimensionalmente inedita (si parla di miliardi di pezzi/anno solo per le mascherine). Che dimostrerebbe che la nostra mentalità nell'affrontare i problemi è rimasta lineare. E che quindi l'unica cosa circolare rimane la spirale dei problemi legati al rapporto con l'ambiente.



You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive