Sustainability-Lab News > Sviluppi della seta in campo biomedicale

 

Sviluppi della seta in campo biomedicale
Posted by Aurora Magni on 13/12/2017 - 0 commenti - view count: 2062
  Rate    

La seta è una proteina dall’ elevato peso molecolare con struttura cristallina ordinata che in forma di fibra appare  regolare, liscia e particolarmente resistente, caratteristiche che hanno permesso il suo utilizzo in contesti medicali, ad esempio come filo di sutura. Molte sperimentazioni sono state avviate negli ultimi anni: con la rigenerazione della fibroina è infatti possibile realizzare spugne, gel, film che si prestano ad ospitare la crescita di specifiche linee cellulari o ad essere direttamente impiantati per la terapie rigenerativa (protesi vascolari, per la rigenerazione dei tendini, della retina,  patch per la riparazione della cute lesa). In forma di microsfere la fibroina si presta  per il rilascio controllato di farmaci o di principi attivi.

Ricerche in questa direzione sono svolte dalla Tufts University School of Engineering in Massachusetts (USA) e dalla University of Nottingham (UK), che ha sviluppato un progetto per la produzione di  seta di ragno con proprietà antibiotiche ottenuta da batteri E. coli. Sperimentazioni in corso anche presso il NanoTech Institute dell’Università del Texas a Dallas (USA) per la realizzazione di muscoli artificiali  e in Australia (University of New South Wales) per la rigenerazione del periostio, la membrana che riveste il tessuto osseo.

In Italia si distingue in questo campo Silk Biomaterials, azienda sita presso l’Incubatore certificato di ComoNeXt e che ha già ricevuto importanti riconoscimenti per aver sviluppato una nuova tecnologia che permette di unire elementi micro e nano-fibrosi in seta che verranno utilizzati per la creazione di dispositivi medici impiantabili per la medicina rigenerativa. In particolare la start up sta lavorando allo sviluppo di un dispositivo medico impiantabile impiegabile nella riparazione e nella rigenerazione di vasi sanguigni di piccolo calibro (coronarie, vasi periferici) e nervi periferici. 

Sotto: una slide tratta da una conferenza di Silk Biomaterials


  
Posted by Aurora Magni on 13/12/2017
Filed under fatti/attualità

Commenti
You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive