Sustainability-Lab News > Techtextil 2013: innovazione e sostenibilità

 

Techtextil 2013: innovazione e sostenibilità
Posted by Aurora Magni on 03/06/2013 - 0 commenti - view count: 2857
  Rate    

 Avrà luogo a Francoforte dall’11 al 13 giugno 2013 la prossima edizione di Techtextil 2013, l’appuntamento mondiale  dei progettisti, dei produttori e degli utilizzatori di tessili tecnici.  I promotori promettono: sarà un’edizione fortemente orientata alla sostenibilità. Materiali funzionalizzati progettati per il medicale, la cosmesi, il packaging e ottenuti da fonti rinnovabili e biopolimeri  catalizzeranno l’attenzione.

Un esempio è QMilch, fibra di cui si parla da circa un anno e che sarà finalmente presentata in fiera. E’ un  materiale di fibra a base di ​​caseina che rappresenta una nuova evoluzione dello storico Lanital, sviluppata dalla stilista e microbiologa tedesca Anke Domaske di Hannover. Diversamente dalle altre fibre derivate dal latte e inventate negli anni Trenta del secolo scorso come sostituiti economici della lana, la produzione di “Qmilch” ha un basso impatto ambientale. Bastano solo 2 litri di acqua per produrre 1 kg di tessuto in una sola ora di lavoro, senza l’uso di prodotti chimici dannosi e senza residui e scarti finali; la fibra inoltre è biodegradabile. Ogni anno nella sola Germania, si legge nel sito aziendale, 1,9 milioni di tonnellate di latte non adatto al consumo umano sono inevitabilmente scartati. La creazione di una fibra dal latte permette, invece, un riciclo virtuoso degli scarti di produzione. (http://www.milkotex.com/index_en.html)

A Francoforte si tornerà anche a parlare di fibra di ragno, materiale caratterizzato da alta tenacità e fortissima elasticità e che ha focalizzato l’attenzione di scienziati per decenni. Ora AMSilk AG e il professor Thomas Scheibel dell'Università di Bayreuth sono riusciti a fare proprio questo. Sulla base di un processo di fermentazione ed utilizzando batteri geneticamente manipolati è  stato possibile produrre proteine ​​della seta di ragno destinate ad  un'ampia gamma di applicazioni che seppure non sono ancora disponibili in forma di filamento dimostrano come la ricerca stia compiendo passi avanti in questa direzione. Seta di ragno bio-tecn sarà disponibile sul mercato già in un futuro non troppo lontano, assicurano i ricercatori.

Sviluppi interessanti riguardano anche i nuovi biopolimeri ottenuti da processi di fermentazione di nano fibre di cellulosa. I nuovi materiali, dotati di resistenza eccezionale ed utilizzabili nei compositi, sono studiati dall'Istituto di Chimica e Chimica Tecnico Ambientale della Università Friedrich Schiller di Jena con la collaborazione di  EPC Engineering Consulting GmbH e Polymet eV.

Techtextil si conferma nuovamente un appuntamento interessante, luogo d'eccellenza per l'incontro di impresa e ricerca. Da seguire. http://techtextil.messefrankfurt.com/frankfurt/en/besucher/willkommen.html


  
Posted by Aurora Magni on 03/06/2013
Filed under fiere/eventi

Commenti
You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive