Sustainability-Lab News > Verso la supply chain 4.0

 

Verso la supply chain 4.0
Posted by Aurora Magni on 01/04/2017 - 1 comment - view count: 2855
  Rate    

Capire quanto l’industria 4.0 sia utile alle pratiche sostenibili nell’industria tessile e nella moda è un rompicapo che ci accompagnerà nei prossimi anni. Torneremo spesso su questo argomento, rassegnatevi.

Si comincia ad esempio a parlare di  uso sempre più frequente di NFC nella relazione commerciale con il cliente e di tecnologie RFiD nei processi produttivi e della logistica. Ricordiamo che NFC sta per Near Fiel Communication, "Comunicazione di prossimità" e che è  una tecnologia che fornisce connettività wireless senza fili  a corto raggio (fino a un massimo di 10 cm). Nasce come uno sviluppo  dell'RFid (Identificazione a Radio Frequenza) in abbinamento ad altre tecnologie di connettività ma ha il vantaggio di consentire una comunicazione bidirezionale: quando due apparecchi NFC vengono accostati entro un raggio di 4cm, si stabilisce  una rete peer-to-peer tra i due ed entrambi possono inviare e ricevere informazioni. Gli utilizzi sono ormai ampiamente diffusi: il terminale mobile (smart-phone)  viene utilizzato come una card (carta di credito, fidelity, ecc.), può accedere ai tag riportanti informazioni sui prodotti e servizi (emblematico il caso guida museale), a mappe, a servizi di marketing in un punto vendita, dialogare con i social network e altro ancora.

Un sistema integrato RFID-NFC è già disponibile ad esempio nello store Diesel Planet di Piazza San Babila a Milano dotato di quello che i tecnici customer journey. La piattaforma si compone di  un tavolo digitale, un display interattivo comandato da uno smartphone e da un camerino virtuale. Il tavolo digitale permette di visionare il capo, il camerino, tramite della antenne NFC, riconosce il tag presente sul capo e propone delle opzioni di indossabilità e possibili abbinamenti.

Infine un display interattivo, attivato da uno smartphone, fornisce al cliente le varie informazioni relative ai prodotti, come la presenza in magazzino o l'ubicazione in negozio.

Certamente il  cliente ha una visione completa e rapida delle opzioni di acquisto mentre l’azienda monitorizza il grado di interesse del consumatore fornendo informazioni utili a delinearne target e gusti.

Resta da chiedersi a cosa potranno mai servire i commessi una volta diffuso questo sistema di assistenza digitale.

RFiD per l’industria

Secondo uno studio di Packaging Europe le industrie della moda utilizzano in modo crescente il sistema RFiD nel controllo della supply chain e nella gestione del recupero scarti in una logica di economia circolare.

H&M, ad esempio, lo usa  per tracciare e identificare i tessuti che possono essere riciclati a fine vita, mentre Colmar lo applica alla gestione delle rete dei fornitori e dei terzisti.
La soluzione individuata e basata sulla tecnologia RFID consente di monitorare ogni singolo capo mediante un tag che viene inviato ai terzisti  che lo applicano all’’etichetta dei capi in lavorazione. I vantaggi in termini di eco-efficienza sono evidenti (razionalizzazione delle risorse e riduzione di errori quindi contenimento costi economici ed ambientali connessi agli interventi correttivi) ma possono essere estesi a tematiche più prettamente connesse alla sostenibilità ambientale e sociale.

Un convegno per parlarne

Dedicato alla tracciabilità e al monitoraggio delle fileire produttive e distributive il convegno ‘Verso la Supply Chain 4.0’ promosso da TraceToo il 27 aprile prossimo dalle ore 14 a Mendrisio (Hotel Coronado)  nel corso del quale verranno presentati business case aziendali su aspetti avanzati di logistica, tracciabilità, rintracciabilità con un excursus che, partendo dai nuovi sviluppi degli standard internazionali intende offrire spunti verso la Blockchain, gli utilizzi avanzati dell’RFId, il valore della tracciabilità nei contesti globali.

Lo segnaliamo anche se i relatori non presenteranno casi tessili: in questa fasi di avvicinamento alle potenzialità dell’ind.4.0 ci sembra infatti utile ‘capire cosa fanno gli altri’ , imparare e prendere spunto dagli  settori diversi dal tessile più che guardarci in casa.

Per informazioni sull’evento: http://www.tracetoo.com/logistic-day-2017

 


  
Posted by Aurora Magni on 01/04/2017
Filed under fiere/eventi
Tags

Commenti
By Simone Ricotta on 05/04/2017 12:08
L'argomento è di grande interesse. Sarà interessante seguirlo con Sustainability Lab, mi rassegno con piacere :-)



You have to login to leave a comment.

Attention: This blog is not a newspaper as it is updated without any periodicity. It can not therefore be considered an editorial product under Law n° 62 del 7.03.2001. The blog author is not responsible for the content of the comments to posts, nor for the content of linked sites. Some texts or images included in this blog are taken from the internet and therefore they considered public domain; if their publication smash any copyright, please notify us by email. They will be immediately removed.
    
Rss Rss
Blog archive