Sustainability-Lab News > 22 marzo - Detox e la giornata mondiale dell’acqua

 

22 marzo - Detox e la giornata mondiale dell’acqua
Pubblicato da Fabio Guenza il 22/03/2015 - 0 commenti - visualizzazioni: 2431
  Voto    

In vista della giornata mondiale dell'acqua dell'ONU Greenpeace ha fatto il punto sui progressi di Detox, l'iniziativa per l'eliminazione delle sostanze chimiche tossiche dai processi industriali, che proprio attraverso l'acqua sono veicolate nell'ambiente.

Dopo l’aggiornamento della Detox Catwalk, di cui ci siamo già occupati nel post del 19 marzo Le novità di oggi dalla Detox Catwalk, l’ONG ambientalista ha emesso un comunicato stampa con il suo punto di vista sulla dimensione globale del problema e sul ruolo di leadership internazionale della filiera tessile italiana per la sua soluzione.

UN PROBLEMA GLOBALE
“Fermare l’inquinamento delle acque è particolarmente urgente in paesi come la Cina, dove quasi metà dell’acqua di superficie non è potabile e il 64 per cento dell’acqua di falda nelle principali città fortemente inquinata. L’industria tessile cinese è responsabile del 10 per cento dell’inquinamento industriale delle acque.”

UN RUOLO GLOBALE PER LA FILIERA TESSILE ITALIANA
E siamo particolarmente orgogliosi che delle trenta aziende che hanno preso l’impegno Detox ben dieci siano italiane…Insieme ai marchi come Valentino e Benetton, infatti, in Italia alcune tra le più importanti aziende del tessile hanno già aderito a Detox. Sono il Gruppo Miroglio, Canepa, Italdenim, Zip, Besani, Berbrand, Tessiture Attilio Imperiali, e più recentemente Gritti Group, che grazie al loro impegno rendono disponibili sul mercato, non solo italiano, tessuti - dalla seta pregiata, al denim- ed accessori come zip e bottoni liberi da sostanze tossiche.”

Com’è nel suo stile, Greenpeace non risparmia invece critiche ai “marchi di casa nostra come Diesel, Versace e Dolce&Gabbana”, inseriti tra i “DETOX LOSER” per aver trovato nei loro prodotti sostanze proibite da Detox e non aver accettato di impegnarsi ad eliminarle: tanto più che, avvalendosi di fornitori virtuosi, l’impegno è realizzabile.


  
Pubblicato da Fabio Guenza il 22/03/2015
Archiviato sotto fatti/attualità

Commenti
Bisogna effettuare il login per poter lasciare un commento.

Attenzione: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
    
Rss Rss
Archivio blog