Sustainability-Lab News > Andranno a nylon le lavatrici del futuro

 

Andranno a nylon le lavatrici del futuro
Pubblicato da Aurora Magni il 07/03/2014 - 0 commenti - visualizzazioni: 3101
  Voto    

Micro perle di poliammide, un materiale messo a punto da Stephen Burkinshaw – chimico della University of Leeds.

E' questa (forse)una delle possibili risposte all’impatto ambientale del bucato. Il polimero 

era stato sperimentato inizialmente dallo staff di ricerca per accelerare i trasferimento del colorante nei processi tintoriali ma la sua applicazione più efficace sembra essere quella della detersione dei tessuto.

Il meccanismo sarebbe questo: le minuscole perle di nylon sono formulate con catene polimeriche in grado di separarsi leggermente in presenza di umidità, consentendo alle macchie di essere assorbite e bloccate nel loro nucleo. Le sfere avrebbero una durata longeva (fino a 100 lavaggi) e garantirebbero risparmi importanti dell’ energia elettrica necessaria per un normale lavaggio in lavatrice (- 47% dei costi). E poiché il lavaggio è praticamente a secco non è nemmeno necessario asciugare i panni. Il dato più incoraggiante riguarda i consumi idrici (-72%): non poco considerando che un normale lavaggio consuma 35 litri di acqua per un kg di tessuti.  Inoltre  richieste poche quantità di sostanze chimiche detergenti con riduzione della presenza di reflui inquinanti negli  scarichi.

Ultima nota: altre a consentire più lavaggi le perle sono riciclabili.

Se capisco bene l’applicazione al momento non riguarda le lavatrici domestiche ma quelle professionali. La ricerca inotlre non ha riguardato solo le perle di poliammide ma anche la macchian in grado di utilizzarle al meglio.

Il processo si chiama Xeros e per saperne di più: http://www.xeroscleaning.com/blog 


  
Pubblicato da Aurora Magni il 07/03/2014
Archiviato sotto studi/ricerche
Tags

Commenti
Bisogna effettuare il login per poter lasciare un commento.

Attenzione: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
    
Rss Rss
Archivio blog