Sustainability-Lab News > Carta da scarti di cuoio

 

Carta da scarti di cuoio
Pubblicato da Redazione Blumine il 17/08/2016 - 0 commenti - visualizzazioni: 3276
  Voto    

Abbiamo più volte evidenziato come gli scarti delle lavorazione di pelle e cuoio rappresentino un problema e soprattutto uno spreco se non inseriti in un processo di riciclo. Solitamente trasformati in fertilizzanti per l'agricoltura ci si chiede spesso se non sia possibile immaginare altri futuri per questi scarti di produzione.

Ci fa quindi piacere segnalare il loro utilizzo nell'industria cartaria da parte di Favini, un’azienda che produce carta a Crusinallo fin  dal 1860.  Negli ultimi anni l'azienda ha  sposato il tema della sostenibilità, declinato in un' ampia varietà di carte prodotte utilizzando scarti agroalimentari (famosa la carta prodotta da bucce di arance) e materiali vegetali come nel caso della carta ottenuta dalle alghe infestanti la laguna di Venezia. Una particolare linea di materiali è realizzata usando sottoprodotti di lavorazione del cuoio (25%) e un 30% di cellulosa di riciclo post consumer certificata .La carta ottenuta è riciclabile e compostabile al 100%. Per la produzione della carta  Remake i sottoprodotti del cuoio utilizzati sono di origine Italiana e provengono dalla concia vegetale dei pellami, senza l’impiego di cromo e altri metalli.


  
Pubblicato da Redazione Blumine il 17/08/2016
Archiviato sotto fatti/attualità
Tags

Commenti
Bisogna effettuare il login per poter lasciare un commento.

Attenzione: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
    
Rss Rss
Archivio blog