Sustainability-Lab News > Copertone selvaggio: il costo è alto. Le soluzioni però ci sono

 

Copertone selvaggio: il costo è alto. Le soluzioni però ci sono
Pubblicato da Aurora Magni il 30/10/2011 - 0 commenti - visualizzazioni: 3696
  Voto    

 

Ogni anno, in Italia, arrivano a fine vita circa 380.000 tonnellate di pneumatici risultanti dalla sostituzione dei pneumatici sui veicoli in circolazione. Secondo il rapporto elaborato da Ecopneus e Legambiente e relativo al 2010 sono circa 100.000 le tonnellate di pneumatici che ogni anno si disperdono in canali poco chiari, grazie a pratiche illegali o comunque scorrette.

Fino ad oggi sono state 19 le inchieste per traffico illecito di rifiuti, sanzionato dall’art. 260 Dlgs 152/2006 (ex art. 53 bis del Decreto Ronchi), che hanno riguardato i PFU.

Sono 1049 discariche abusive individuate sul territorio italiano dal 2005 al 2010, per un’estensione che supera ampiamente i 6 milioni di metri quadrati, superficie equivalente a oltre 800 campi da calcio.  Secondo Legambiente è possibile stimare la perdita economica cui la mancanza di un sistema di gestione integrato a livello nazionale ha portato, sommando i costi diretti e indiretti delle conseguenze evidenziate finora:

  • la perdita economica per lo Stato può essere quantificata in circa 143,2 milioni di Euro l’anno, di cui 140 milioni per il mancato pagamento dell’IVA sulle vendite e 3,2 milioni di euro per l’IVA sugli smaltimenti;
  • i mancati ricavi degli impianti di trattamento, costretti a lavorare a regimi ridotti a causa della fuoriuscita dei PFU dal ciclo legale, possono essere quantificati in almeno 150 milioni di euro l’anno;
  • gli eventuali costi di bonifica delle discariche abusive di PFU sequestrate nel periodo 2005-settembre 2010, che solitamente sono a carico dei contribuenti, possono essere stimati in almeno 400 milioni di euro.

Sulla base di queste stime non è azzardato ipotizzare un danno economico complessivo, accumulato nel periodo 2005-settembre 2010, di oltre 2 miliardi di euro.

Ricordiamo invece che gli pneumatici dismessi possono essere reinseriti in nuovi cicli produttivi per realizzare:

  • Barriere insonorizzanti e materiali isolanti
  • Barriere antierosione
  • Membrane impermeabilizzanti
  • Geotessili
  • Fondi stradali e ferroviari
  • Dossi artificiali per la riduzione della velocità sulle strade
  • Piste sportive e pavimentazioni antitrauma
  • E altro ancora

Le potenzialità del riciclo degli pneumatici usati sono state oggetto di dibattito nel corso del Forum Internazionale degli acquisti verdi tenutosi il 6 e 7 ottobre 2011 a  Cremona

Potenziali utilizzi degli pneumatici sono illustrati in un interessante rapporto elaborato da Ecopneus http://www.ecopneus.it/_public-file/Ecopneus-Schede-stampa-2a.pdf


  
Pubblicato da Aurora Magni il 30/10/2011
Archiviato sotto fatti/attualità

Commenti
Bisogna effettuare il login per poter lasciare un commento.

Attenzione: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
    
Rss Rss
Archivio blog