Sustainability-Lab News > In discarica ogni anno 36 milioni di euro di vestiti usati

 

In discarica ogni anno 36 milioni di euro di vestiti usati
Pubblicato da Aurora Magni il 13/11/2010 - 0 commenti - visualizzazioni: 6086
  Voto    

 

Il rapporto "L'Italia del riciclo 2010" curato da Fondazione Sviluppo Sostenibile e Fise-Unire di Confindustria  pone l’accento anche sugli scarti tessili.

In Italia, ogni anno finiscono  in discarica 240.000 tonnellate di prodotti tessili, prevalentemente capi di abbigliamento,  pari a circa 36 milioni di euro.  Con una raccolta differenziata mirata si potrebbero recuperare rifiuti tessili da 3 a 5 chili pro-capite l'anno che invece finiscono gettati nell'immondizia insieme a tutta l'altra spazzatura.
Si stima che, su base europea, il consumo annuo di abiti, accessori e prodotti tessili, sia di circa 10 kg l'anno ad abitante e dunque sarebbero molti i vantaggi sia economici che ambientali di un recupero sistematico. Per quanto riguarda il costo ambientale si ritiene che un chilo di abiti usati raccolti riduca di 3,6 kg le emissioni di anidride carbonica, di 6.000 litri il consumo di acqua, 0,3 kg di fertilizzanti e 0,2 kg di pesticidi.

Per trasformare i rifiuti in business è però necessario allestire una coerente filiera dalla raccolta differenziata allo smistamento (selezione dei capi per tipologia fibrosa, separazione di accessori quali bottoni, fibbie), dalla sfilacciatura dei tessuti alle successive operazioni necessarie  a ridurre i materiali post consumo in fibre o in polimeri ri-filabili.

Dal 2001 al 2008, la percentuale di raccolta della frazione tessile, per quanto marginale e poco pubblicizzata, e' raddoppiata, passando dallo 0,11% allo 0,22%. In Italia, a gestire il settore e' attualmente il Conau, il Consorzio Nazionale Abiti Usati.

 

 

 

Opera di Derick Melander realizzata con abiti smessi

 

http://www.fondazionesvilupposostenibile.org/f/Documenti/Italia+del+riciclo/sintesi_rapporto_Italia_del_riciclo_2010.pdf


  
Pubblicato da Aurora Magni il 13/11/2010
Archiviato sotto studi/ricerche
Tags

Commenti
Bisogna effettuare il login per poter lasciare un commento.

Attenzione: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
    
Rss Rss
Archivio blog