Sustainability-Lab News > Pelle animale senza animale grazie alle biotecnologie

 

Pelle animale senza animale grazie alle biotecnologie
Pubblicato da Redazione Blumine il 28/08/2017 - 1 commento - visualizzazioni: 2088
  Voto    

Modern Meadow è un’azienda biotecnologica americana fondata nel 2011  da Andreas Forgacs e dal padre Gabor biofisico presso l’Università del Missouri – Columbia. La sua missione è sperimentare la produzione di pelle da processi di ingegnerizzazione genetica, in altre parole ottenere un pelle animale senza ‘animale’.

Naturalmente l’azienda è restia a fornire i dettagli del processo di bio-ingegnerizzazione del materiale che è basato sulla modifica del dna di cellule  di lievito allo scopo di produrre collagene in grado di auto-assemblarsi, senza l'intervento dei fibroblasti, le cellule che normalmente lo producono negli animali.

Il  collagene è la principale struttura proteica nel corpo dell’animale che attribuisce elasticità e resistenza alla pelle, è costituito da una lunga catena di aminoacidi, i building block di tutte le proteine, avvolti a formare triple eliche e spinte a moltiplicarsi in catene fibrose dando origine a pelle del tutto uguale a quella animale che viene conciata e rifinita con processi a basso impatto ambientale.

I tempi e i costi economici ed ambientali del nuovo materiale sono intuitivamente più bassi se confrontati con la pelle standard che comprende i tempi e le risorse necessari alla  crescita degli animali, quindi la macellazione e la concia. E’ naturalmente un progetto destinato a incontrare l’appoggio degli animalisti ma che ha dei vantaggi economici evidenti. La produzione di pelle in laboratorio consente di evitare gli sprechi di materiale dovuti alla normale presenza di imperfezioni della pelle animale riscontrati in fase di taglio (si calcola che gli scarti siano tra il 30 e il 50% dei volumi lavorati) e di produrre fogli  idonei per qualità, spessore e forme alle richieste del cliente.

Il prodotto –oggi realizzato in un impianto pilota di grado di fornire materiali utili alla prototipazione- è ormai pronto per la fase industriale anche grazie ad ingenti investimenti effettuati per potenziare gli impianti. 

 

 

fonti: https://www.economist.com/news/science-and-technology/21727059-genetic-engineering-used-make-leather-without-animals-leather-grown-using

http://www.modernmeadow.com/about-us/

 


  
Pubblicato da Redazione Blumine il 28/08/2017
Archiviato sotto fatti/attualità
Tags

Commenti
Da Fabio Guenza il 31/08/2017 15.02
Notizia straordinaria! Un'innovazione che concilia le attese animaliste e quelle sulla sostenibilità (non è detto che le due cose vadano di pari passo, come già visto in altri post). Si può tifare per il successo dell'azienda senza essere di parte!




Bisogna effettuare il login per poter lasciare un commento.

Attenzione: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
    
Rss Rss
Archivio blog