Sustainability-Lab News > Separare cotone e poliestere nei processi di riciclo

 

Separare cotone e poliestere nei processi di riciclo
Pubblicato da Aurora Magni il 01/02/2015 - 1 commento - visualizzazioni: 3146
  Voto    

Che separare le diverse fibre tessili nelle fasi di riciclo degli scarti  sia un problema è noto. Un problema  non da poco se si considera che i soli USA generano oltre 11 miliardi di kg di scarti tessili ogni anno e che solo il 15% di questi volumi venga riciclato.

Ricercatori dell’australiana  Deakin University hanno trovato il modo di separare cotone  e poliestere migliorando così il processo di riciclo. Come noto, mentre è possibile riciclare le fibre pure meccanicamente il riciclo dei blend è svolto solo chimicamente con alti costi economici e ambientali.

Usando un liquido ionico (un sale in stato liquido) secondo i ricercatori dell’Institute for Frontier Materials, Dr Nolene Byrne e il PhD student Rasike De Silva, è possibile separare i due componenti. Il liquido ionico dissolve la componente cellulosica  che può essere utilizzata nella produzione di fibre artificiali o destinata alla produzione di film simili al cellophan ma a base bio. Secondo i ricercatori il prodotto del riciclo può essere utilizzato in alternativa per additivare  fibre di carbonio o per produrre bioetanolo. Il poliestere liberato dalla cellulosa è così destinato al processo di filatura.

 

Fonte: http://pubs.rsc.org/en/content/articlelanding/2014/ra/c4ra04306e#!divAbstract.


  
Pubblicato da Aurora Magni il 01/02/2015
Archiviato sotto studi/ricerche

Commenti
Da umberto tunesi il 02/02/2015 17.58
Su Google si trovano riferimenti alla IRIS Industries (St. Louis, Missouri) ed al brevetto US 5342854 A pubblicato il 30/08/1994 da Hoechst Celanese Corp., che separerebbe per filtrazione il cotone da una soluzione di PES in un sulfone. Sarebbe interessante conoscere, almeno in linea generale, il processo dei ricercatori australiani. Grazie, cordiali saluti.

umberto tunesi


Bisogna effettuare il login per poter lasciare un commento.

Attenzione: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
    
Rss Rss
Archivio blog