Sustainability-Lab News > Super ragni al grafene

 

Super ragni al grafene
Pubblicato da Aurora Magni il 29/05/2015 - 0 commenti - visualizzazioni: 2256
  Voto    

La “seta di ragno” è il risultato di 400milioni di anni di evoluzione. Il risultato: il filamento più resistente in natura caratterizzato da una struttura semicristallina biocompatibile composta da amminoacidi, alanina, glicina e serina. Irrorando comuni ragni con grafene o nano tubi di carbonio dispersi nell’acqua, un gruppo di ricercatori del Dicam dell’Università di Trento ha ottenuto un filo ancora più resistente di quanto madre natura riesca a fare senza compromettere l’alto  grado di elasticità tipico della ragnatela.

Secondo quando descritto nel rapporto i test sui filamento indicano una resistenza alla rottura fino a 5,4 gigapascal, con modulo di Young fino a 47,8 GPa e un modulo di durezza che arriva a 2,1 GPa, valori più elevati rispetto a quelli delle fibre polimeriche ad alte prestazioni come le aramidiche.

La ricerca potrebbe aprire nuovi sviluppi alla produzione serica: a quanto dicono i ricercatori con  lo stesso procedimento si potrebbero ottenere dai bachi da seta (di più semplice gestione) fili ultraresistenti su scala industriale.

 

Il rapporto è scaricabile al sito: http://arxiv.org/abs/1504.06751

 


  
Pubblicato da Aurora Magni il 29/05/2015
Archiviato sotto studi/ricerche
Tags

Commenti
Bisogna effettuare il login per poter lasciare un commento.

Attenzione: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
    
Rss Rss
Archivio blog