Sustainability-Lab News > Un 2009 verde per le imprese chimiche... che la crisi abbia contribuito?

 

Un 2009 verde per le imprese chimiche... che la crisi abbia contribuito?
Pubblicato da Redazione Blumine il 12/10/2010 - 1 commento - visualizzazioni: 3084
  Voto    

Responsible Care è il Programma volontario dell’Industria Chimica mondiale basato sull’attuazione di principi e comportamenti riguardanti la Sicurezza e Salute dei Dipendenti e la Protezione Ambientale e sull’impegno alla comunicazione dei risultati raggiunti .

I dati del 16^  rapporto Responsible Care, recentemente  presentati da Federchimica e relativi a 175 imprese,   mostrano che le imprese aderenti, a fronte di un calo della produzione del 16,2% nel 2009, hanno aumentato dello 0,5% le spese a favore della salute e sicurezza dei lavoratori e dell’ambiente.

L’industria chimica nel suo complesso in Italia ha speso 1.300 Milioni di euro con un’incidenza del 2,8% sul fatturato (il 3,5% per le imprese aderenti a Responsible Care). Inoltre nel 2009, 123 siti delle imprese aderenti a RC hanno ottenuto la certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza secondo lo standard OHSAS (Occupational Health and Safety Assessment Scheme) 18001.

Continua il Rapporto: per quanto riguarda l'ambiente, la contrazione dei volumi produttivi scaturita dalla crisi economica internazionale che ha caratterizzato il 2009 (-16,2% rispetto al 2008 e -22,8% rispetto al 2007)  ha in gran parte determinato le forti riduzioni delle emissioni in acqua e atmosfera delle Imprese aderenti a Responsible Care. In acqua rispetto al 2008, le emissioni di COD (Chemical Oxygen Demand) si sono ridotte del 16,1%, quelle di N (Azoto) del 15,6%, i Metalli Pesanti sono in calo del 10,2% e i Solidi Sospesi del 13,5%, mentre le emissioni di Fosforo sono rimaste stabili (+0,1%). Anche in atmosfera si verifica una costante diminuzione di sostanze inquinanti tra il 2008 e il 2009: le emissioni di NOx (Ossidi di Azoto) si sono ridotte del 17,2%, la SO2 (Anidride Solforosa) del 29,6%, i COV (Composti Organici Volatili) del 7,0% e le Polveri del 28,7%. 

  Nel 2009 i Consumi specifici delle Imprese aderenti a Responsible Care sono rimasti costanti rispetto all’anno precedente, dopo essere migliorati dell’1,6% tra 2007 e 2008. Con riferimento alle emissioni di Gas Serra, rispetto al 1990, sia l’Industria Chimica (-56,6% nel 2008), sia le Imprese aderenti a Responsible Care (-68,2% nel 2009) hanno ottenuto risultati migliori degli obiettivi indicati dal Protocollo di Kyoto e sono gia in linea con quanto richiesto dagli obiettivi della Commissione Europea per il post - Kyoto al 2020.

  Continua a migliorare l’efficienza nella gestione delle risorse idriche: nel 2009 sono stati utilizzati 1.718 Mm3 d’acqua (1.879 nel 2008), provenienti solo per l’1,4% da acquedotto. In seguito alle ingenti quantita di terre da scavo e di acque di falda provenienti da operazioni di bonifica (2.931.832 t), la produzione di rifiuti, nel 2009, e stata di 4.073.192 t di rifiuti (di cui 3.023.194 non pericolosi).

  La produzione di rifiuti al netto di queste operazioni registra una riduzione dell’1,5% rispetto al 2008. 

 

 

 

 


  
Pubblicato da Redazione Blumine il 12/10/2010
Archiviato sotto hanno detto/scritto...
Tags

Commenti
Da Lodovico Jucker il 13/10/2010 09.02
Verde in che senso? (Le emissioni si sono ridotte meno della produzione...)



Bisogna effettuare il login per poter lasciare un commento.

Attenzione: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
    
Rss Rss
Archivio blog