Sustainability-Lab News > WEAR SUSTAIN: 2a Call. 2.4 Milioni di Euro per lo sviluppo di abbigliamento e accessori digitali sostenibili.

 

WEAR SUSTAIN: 2a Call. 2.4 Milioni di Euro per lo sviluppo di abbigliamento e accessori digitali sostenibili.
Pubblicato da Redazione Blumine il 27/11/2017 - 0 commenti - visualizzazioni: 869
  Voto    

Si chiama WEARSustain ed è il progetto di un consorzio di università e centri ricerca europei, di cui Blumine srl e parte integrante.

Obiettivo dell’iniziativa è la creazione dell’European Wearable Ecosystem, un  network  in  grado di connettere tra loro le imprese, i mentor, gli esperti e gli HUB impegnati nelle sperimentazione di modelli di business per la moda e il design sostenibili.  Nell’ambito dell’iniziativa  € 2.4 Milioni di Euro resi disponibili dalla Commissione Europea, sono destinati  a Team di artisti, designer, informatici e ingegneri elettronici impegnati a sviluppare la prossima generazione di tecnologie indossabili (wearable devices), accessori digitali e tessuti elettronici per una moda smart etica e sostenibile.

I Team selezionati ricevono finanziamenti sotto forma di voucher che possono essere utilizzati per ottenere il supporto dei servizi forniti da una rete di Hub, Expert e Mentor presenti nella piattaforma.

Per estendere la partecipazione al progetto Blumine Srl, lancia a Milano la seconda Call del Consorzio WEAR Sustain.

Tra il 15 Novembre 2017 e il 15 Gennaio 2018 Team di Progetto possono iscriversi gratuitamente sulla piattaforma online, e partecipare al concorso che mette in palio € 50.000 Euro per ognuno dei 26 progetti che verranno selezionati da una giuria internazionale.

L'evento di lancio per il Sud Europa si svolgerà Giovedi 30 Novembre h:17:30 a Milano, ospitato dall'hub BASE, Via Bergognone, 26. Altri eventi di lancio si svolgono contemporaneamente in tutta Europa mentre webinar online per assistere chi è interessato a partecipare sono in programma.

Durante la prima Call, nel Maggio 2017, 22 progetti sono già stati selezionati e hanno ricevuto il primo round di finanziamento. I risultati di questi progetti saranno presentati in un evento pubblico nel Marzo 2018. Wear Sustain è una collaborazione tra sette università e aziende europee (ii).

Come precisato da  Giannino Malossi, Co-Founder di Blumine Srl: “WEAR Sustain fa parte di STARTS (Science+Technology+ Arts) il più grande fondo europeo per la promozione della collaborazione tra artisti, e scienziati, un programma speciale all’interno della galassia di fondi per la ricerca e l’innovazione HORIZON 2020. STARTS è dedicato alla promozione della collaborazione tra Artisti e Scienziati. Lo scambio di competenze ha una funzione di catalizzatore nella conversione della ricerca in prodotti, processi e servizi innovativi, alla portata di tutti. Milano, con la sua industria della moda e del design, i suoi centri di ricerca pubblici e privati e il vibrante rete dei FabLab locali costituisce uno dei più attivi centri propulsori di questo nuovo modo di produrre innovazione”.

 Marco Ricchetti, economista, Co-Founder di Blumine Srl  ha dichiarato: “Come dimostrano i progetti già finanziati, WEAR Sustain è dedicato a Team in cui artisti e designer, informatici e ingegneri elettronici collaborano insieme allo sviluppo di soluzioni e modelli economici nel campo delle tecnologie sostenibili e etiche. Cerchiamo nuove applicazioni che usino la tecnologia digitale per un nuovo sviluppo sostenibile e etico dell’industria tessile e moda. L’obiettivo di WEAR Sustain è focalizzato sulle qualità funzionali inedite che le tecnologie possono offrire agli abiti e ai tessuti. Ad esempio l’uso di dispositivi indossabili, o incorporati nei tessuti, il design circolare nella produzione e nel riciclo, dispositivi che permettano di conoscere dall’inquinamento atmosferico, oppure dati relativi al proprio stato fisiologico, che sono generati dai tutti i elettronici, ma devono essere sempre usati nella piena consapevolezza della loro importanza e privacy”.

I Team partecipanti devono presentare progetti indirizzati ad almeno uno dei temi etici e di sostenibilità richiesti dalla Call.

Secondo Ingrid Willems, Co Founder e CEO di We Connect Data, la società che ha sviluppato la tecnologia della piattaforma Wear Sustain: “In un mercato competitivo come quello delle nuove tecnologie, la collaborazione tra artisti e designer costituisce un vantaggio strategico impagabile per le piccole e medie aziende. Le iniziative che operano in un network collaborativo possono prendere decisioni e adattarsi alle nuove tendenze molto più in fretta. Il nuovo WEAR Sustain Ecosystem, attivato nei primi mesi del 2017 è cresciuto molto in fretta, e già ora conta più di 700 operatori nel campo dei wearable e degli e-textile.

I 48 progetti pilota selezionati saranno presentati in un evento finale nell’autunno 2018. Nella stessa occasione il Consorzio Wear Sustain presenterà anche il suo Sustainability Strategy and Toolkit, una selezione delle best practice per i futuri progetti collaborativi orientati da metodologie etiche e sostenibili.

I membri del consorzio WEARSustain: IMEC (Bruxelles), Queen Mary University of London; Blumine srl (Milano); Datascouts (Ghent); University for the Creative Arts (UK); Universitat der Kunste Berlin; Digital Spaces Living Lab (Sofia)

Per maggiori informazioni, per partecipare alla competizione o per essere coinvolti nell’ European Wearable Ecosystem visitate il sito wearsustain.eu.

 

facebook.com/WEARsustain

twitter.com/WEARsustain

#WEARsustain

 

 


  
Pubblicato da Redazione Blumine il 27/11/2017
Archiviato sotto fatti/attualità

Commenti
Bisogna effettuare il login per poter lasciare un commento.

Attenzione: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
    
Rss Rss
Archivio blog